Blog: http://elezionipolitiche2006.ilcannocchiale.it

SONDAGGI: tutte chiacchere..

Cosa non quadra in parecchi degli ultimi sondaggi?

Per prima cosa, stando a questi sondaggi, ben 19 milioni di italiani già ora voterebbero il Centrosinistra: ciò, per quanto possa parire bello o brutto, non solo è difficile, è IMPOSSIBILE.
Alle Europee di due anni fa votavano 32 milioni di italiani, invece dei 39 milioni di schede valide presumibili alle prossime elezioni (speriamo votino ancora più persone!!).
Forza Italia prese 6,8 milioni di voti, pari al 18% riparametrato ad oggi. Quindi con 7 milioni di votanti in più e una campagna molto forte del premier, è possibile che gran parte di quei voti cadano sugli azzurri (almeno 2 milioni a mio avviso).
D'altro canto i Ds, sommati a Pci e RC, possono prendere al massimo quanto presero nel 1996, andando separati, cioè 11 milioni di voti.
Nel 2004, questi partiti, insieme alla Margherita (con dentro anche l'Udeur) presero 13,2 milioni di voti complessivi.
Dei 7 milioni di votanti che si esprimeranno in più, nel diamo 2 anche al Centrosinistra: così avremmo la Margherita a 4,5 milioni di voti, ossia il 12%. Nel 1996, quando vinsero, ne avevano 4,1 milioni.
E siamo quindi a 15,5 milioni di voti per l'Unione.
Veniamo all'Udeur: se prendeva 400 mila voti nel 2004, come può essere al 2% e quindi raddoppiare, con voti in uscita dal centrodestra? E' molto strano..
I Verdi vanno dai 700 ai 900 mila elettori al massimo (solita storia da anni e anni), idem la Rosa nel Pugno (anche se ho dubbi).
Quindi con un miracolo arriviamo a 17,5 o 18 milioni di voti, ma ripeto: UN MIRACOLO.

Tornando dall'altra parte, se nelle elezioni perse del 1996 gli attuali partiti del centrodestra presero quasi 20 milioni di voti, contro i 17 che prese l'attuale centrosinistra, ora ecco i numeri attesi, facendo due calcoli e usando un po' di logica.
Come detto, nelle Europee del 2004 Forza Italia prese 6,8 milioni di voti, An e affini (Altern.sociale, Fiamma, ecc..) 4,4 milioni, l'Udc 1,9 milioni, Lega Nord 1,6 milioni (con 32 milioni di votanti totali).
Presumibile che Udc salga a 2,3 mentre An e destre varie a 5,3 e Lega a 2 milioni, per un totale di alleati di Forza Italia pari a 9,6 milioni di elettori.

Sottolineerei che:
- un elettore della Lega è contento (hanno mantenuto le promesse) quindi andrà bene;
- la linea politica Udc (un po' paraculata), porterà quei numeri, con la proporzionale;
- la stessa An ha per la prima volta realmente governato e un elettore di An non voterà mai il centrosinistra, quindi è anche possibile che siano 6 i milioni di voti della destra a queste elezioni, considerando una "chiamata alle armi" questo voto.

Quindi siamo a 17,5 (sinistra) - 9,5/10 (destra), con Forza Italia almeno a 7,5 milioni di voti di partenza, quindi sostanzialmente pari a 17-17,5 milioni di voti.

La proporzionale consentirà ai singoli partiti del Centro Destra di portare alle urne i propri elettori, senza perdere punti: Forza Italia e la campagna elettorale al massimo prenderà indecisi e la proporzionale dà modo a chi non ama Berlusconi di spostare il voto agli altri.

Come sempre chi conquista gli indecisi vince, ma questi ultimi sondaggi non sono credibili: soprattutto quando danno Ds al 23/24% (idiozia senza confini).
C'è una spiegazione: figurano sempre almeno il 20% di indecisi, considerando che al voto vanno l'85% circa degli italiani aventi diritto, e pochi meno di questi saranno voti validi, si parte pari, attorno al 48%, con un 4% reale di indecisi, tutto qui.
Inoltre chi sta a sinistra ha già deciso chi votare, è chi sta al centro ad essere indeciso, per questo sono "mostruose" le % attribuite a Ds, Pci e Rc.

Chi vince lo farà di pochissimo. Almeno questa è la percezione attuale.
Bene, spero di non aver confuso le idee, ma di avere fatto chiarezza.

Manolo

Pubblicato il 31/1/2006 alle 1.29 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web